News

13 settembre 2017

La Digital Tranformation per le PMI, un’opportunità da cogliere

Per inquadrare il concetto di Digital Transformation vorremmo partire dalla definizione di George Westerman (Harvard Business Review) che la descrive come: “L’uso della tecnologia per migliorare radicalmente il rendimento di un’azienda”.

La Digital Transformation sta assumendo una così grande importanza proprio perché il livello di sofisticazione raggiunto dalla tecnologia sta crescendo a ritmi esponenziali ma non quanto la predisposizione delle aziende nei confronti del cambiamento.

Ogni giorno in cui un’azienda non investe nella trasformazione digitale perde, però, terreno rispetto a chi lo fa ma non solo: non investirci in questo momento rallenta le possibilità di adozione di nuove tecnologie in futuro.

Secondo uno studio condotto da TAG Innovation School nel mese di aprile 2017 su oltre 500 piccole e medie imprese è emerso che:

  • Gli imprenditori italiani stanno cambiando mentalità: rispettivamente il 65% e il 61% crede che sia necessario sviluppare una “cultura collaborativa aziendale” e “strategie digitali” all’interno dell’organizzazione. Elementi tradizionalmente ritenuti importanti come il lancio di un nuovo prodotto e un budget più alto sono stati indicati rispettivamente solo dal 19% e dal 10% delle piccole e medie imprese come fattori critici di successo.
  • La Digital Transformation deve essere affrontata a livello globale aziendale: non può impattarne solo una piccola parte o riguardare soltanto l’utilizzo di nuove tecnologie. Su questo tema il 78% degli intervistati ritiene che “ripensare modelli di business” sia la chiave per affrontare il cambiamento mentre il 64% che serva ad implementare “strategie basate sul digital”.
  • Il marketing ha beneficiato in larga misura delle nuove tecnologie anche se vengono per lo più associate soltanto a sito web e presenza sui social network: emerge una mancanza di conoscenze a proposito delle nuove piattaforme che potrebbero rendere più efficaci le azioni di marketing. Ad esempio solo il 45% utilizza strumenti di web analytics e il 39% ha una strategia SEO (Search Engine Optimization).
  • I processi produttivi sono probabilmente il settore più toccato dalla Digital Transformation: le tecnologie (es. la stampa 3D, l’uso di dati esterni, l’automazione) stanno radicalmente cambiando il modo in cui si affronta la produzione di beni e servizi. Lo studio rivela che il 46% delle aziende intervistate ha investito nella digitalizzazione della ricerca e sviluppo, il 40% in quello della produzione e il 31% della logistica. Lo stoccaggio si posiziona all’ultimo posto con il 16%. Il dato più importante è però il fatto che, il 28% non abbia investito in alcun modo nella digitalizzazione del settore, indicando che c’è ancora molta strada da fare.

Per approfondire il tema proponiamo una selezione di interessanti business case:

Amadori: l’azienda ha scelto un approccio all’innovazione di tipo esplorativo che consiste nell’intraprendere piccoli progetti pilota e valutare di volta in volta i risultati raggiunti. Il progetto di Digital Transformation più rilevante in questo momento per Amadori riguarda il canale normal trade lanciato nel febbraio 2016. Questo consiste in una soluzione CRM sviluppata ad hoc per le esigenze dell’azienda, la quale permette di coordinare e utilizzare efficientemente i dati degli oltre 350 agenti commerciali sparsi sul territorio italiano. A dicembre 2016, il progetto è stato integrato con una piattaforma di marketing automation. Questo è un tipico esempio di una tecnologia relativamente semplice ma che può comportare per un’azienda un notevole grado di efficientamento grazie alla gestione ottimale dei dati raccolti.

Musement: si tratta di una startup italiana nata con l’intenzione di digitalizzare le esperienze turistiche sfruttando al massimo l’innovazione tecnologica. Dopo aver analizzato i dati raccolti nel primo anno dedicato allo studio del mercato, Musement ha deciso di estendere la propria offerta non solo ai viaggiatori, ma a tutti coloro interessati all’arte e alla cultura. Questa startup è una realtà in crescita che si pone come obiettivo quello di andare oltre il concetto di tour operator e diventare una piattaforma che fornisce esperienze.

Digital Business Transformation