Contattaci

Digital

LA PROPENSIONE ALLA DIGITAL TRANSFORMATION NELLE PMI

La digitalizzazione nelle PMI è un fattore determinante per il miglioramento di un’azienda. Leggi i vantaggi che hanno avuto Amadori e Musement, due casi di aziende che si sono avvicinate alla digital transformation.

 

LA PROPENSIONE ALLA DIGITAL TRANSFORMATION NELLE PMI

 

La Digital Transformation è un processo di digitalizzazione spesso applicato in ambito aziendale nella produzione di beni e servizi.
Si tratta di una sfida importante e inevitabile per attività in tutti i settori ma per le PMI assume sicuramente connotati particolarmente rilevanti. Se è vero che da una parte si sta diffondendo sempre più tra le piccole medie imprese la consapevolezza che la digitalizzazione dei processi aziendali sia un’azione necessaria, dall’altra emerge anche la presenza di lacune culturali significative. La soluzione non è semplice né immediata ma riteniamo che da casi di successo come quello di Amadori e Musement possano scaturire interessanti spunti di riflessione.

Digital Transformation: cos’è e perché le PMI dovrebbero investirci

 

Prima di focalizzarci sull’impatto dirompente che la Digital Transformation sta avendo nelle PMI del nostro Paese, è bene inquadrare il concetto partendo dalla definizione di George Westerman (Harvard Business Review) che la descrive come “l’uso della tecnologia per migliorare radicalmente il rendimento di un’azienda”.
La Digital Transformation nelle PMI (ma non solo) sta assumendo, infatti, una così grande importanza proprio perché il livello di sofisticazione raggiunto dalla tecnologia sta crescendo a ritmi esponenziali ma non quanto la predisposizione delle aziende nei confronti del cambiamento (soprattutto culturale) richiesto.

Ogni giorno in cui un’azienda non investe nella trasformazione digitale perde terreno rispetto a chi lo sta già facendo, ma non è tutto: non investirci, in questo momento, riduce e al contempo rallenta le possibilità di adozione di nuove tecnologie in futuro.

Si crea quindi un circolo vizioso nel quale la diffidenza verso il digitale diventa fattore di decrescita e di mancata opportunità di sviluppo determinando una perdita di competitività sempre più marcata per le piccole medie imprese italiane.

 

La ricerca di TAG Innovation School indaga la penetrazione della Digital Transformation nelle PMI

 

Secondo uno studio condotto da TAG Innovation School, nel mese di aprile 2017, su oltre 500 PMI è emerso che:

• Gli imprenditori italiani stanno cambiando mentalità: rispettivamente il 65% e il 61% crede che sia necessario sviluppare una “cultura collaborativa aziendale” e “strategie digitali” all’interno dell’organizzazione;

• La Digital Transformation deve essere affrontata a livello globale aziendale: il 78% degli intervistati ritiene che “ripensare modelli di business” sia la chiave per affrontare il cambiamento mentre il 64% che serve ad implementare “strategie basate sul digital”;

• Il marketing ha beneficiato in larga misura delle nuove tecnologie, anche se sono per lo più associate a sito web e presenza sui social network: solo il 45% degli intervistati utilizza strumenti di web analytics e il 39% ha una strategia SEO;

• I processi produttivi sono probabilmente il settore più toccato dalla Digital Transformation nelle PMI: le tecnologie (es. la stampa 3D, l’uso di dati esterni, l’automazione) stanno radicalmente cambiando il modo in cui si affronta la produzione di beni e servizi. Lo studio rivela che il 46% delle aziende intervistate ha investito nella digitalizzazione dell’R&D, il 40% in quello della produzione, il 31% della logistica ed il 16% dello stoccaggio.

 

 

Amadori e Musement: due esempi virtuosi di Digital Transformation

 

 

L’approccio di Amadori all’innovazione è di tipo esplorativo e consiste nell’intraprendere piccoli progetti pilota e valutarne di volta in volta i risultati. Il progetto di Digital Transformation più rilevante riguarda il canale normal trade lanciato nel febbraio 2016.

Si tratta di una soluzione CRM sviluppata ad hoc per le esigenze dell’azienda che permette di utilizzare efficientemente i dati dei suoi oltre 350 agenti commerciali in Italia. A dicembre 2016, il progetto è stato integrato con una piattaforma di marketing automation. Questo è un tipico esempio di come un’azienda tradizionale, attraverso l’adozione di una tecnologia relativamente semplice, possa migliorare il proprio livello di efficienza grazie alla gestione ottimale dei dati raccolti.

Musement è una start-up italiana nata con l’intenzione di digitalizzare le esperienze turistiche sfruttando al massimo la tecnologia. Dopo aver analizzato i dati, nel primo anno dedicato allo studio del mercato, Musement ha deciso di estendere la propria offerta non solo ai viaggiatori, ma a tutti gli interessati all’arte e alla cultura. L’obiettivo è quello di andare oltre il concetto di tour operator e diventare una piattaforma che fornisce esperienze.

La Digital Transformation è un processo ormai inarrestabile ed è necessario dunque che le PMI italiane decidano di investirci con convinzione: solo così potranno mantenere competitività in un mondo digitale in costante evoluzione.

Articoli correlati

COMPILA IL FORM PER APPROFONDIRE IL CASO

Contact Form Download

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALISi prenda visione dell'Informativa.
Prendendo atto che i miei dati saranno processati in totale conformità alla legge,

I campi contrassegnati da * sono obbligatori